SALUTE MONDIALE E COALIZIONE DELLA VITA

AfrikaansArabicChinese (Simplified)CzechEnglishEsperantoFrenchGalicianGermanGreekHindiItalianJapaneseNorwegianPolishPortugueseRomanianRussianSpanishSwedish

Perché? COFEPRIS vieta il biossido di cloro, l'uso di medicinali omeopatici ...

A cura del Dott. Ernesto Lammoglia
Oggi voglio condividere con voi qualcosa che è probabilmente uno dei più grandi generatori di paura, paura della secchezza, dell'angoscia o dell'ansia, come volete chiamarlo, in medicina significano la stessa cosa, incertezza e ovviamente una paura fondata che non lo è. Gratuito verso cosa fare in famiglia o seguendo personalmente le misure preventive suggerite dal Segretario alla Salute tramite il Sottosegretario o che sono state suggerite in tutte le parti del mondo. Tu che sei confuso, stupito o anche perplesso per tante notizie contraddittorie su cosa fare di qualcosa di semplice come l'uso o meno della maschera; Devi chiederti: beh, se ho già preso tutte le misure possibili, e per qualche motivo a volte impossibile da specificare, ho un familiare infetto o lo sono io stesso, qual è il trattamento appropriato da seguire?
Curiosamente le autorità sanitarie, ciò che è corretto, hanno cercato di indicare le misure preventive necessarie per evitare che la pandemia si diffondesse; oppure avere un rimbalzo come lo stiamo vedendo adesso e cioè la medicina, la prima cosa è sempre la prevenzione, soprattutto a livello di Stato, a livello di cittadinanza o individualmente, che è più importante. Ma cosa faccio se succede a me? Ho già continuato, ho fatto tutto bene o ho sbagliato o ho sbagliato e me ne sono andato, ma a me è già successo. Sono già stato contagiato o è già stato dato a mio nipote o un parente, è già successo all'uomo alla bancarella o al fornitore da cui compro cibo e medicine ecc ... ora cosa faccio?
Ho rivisto in compagnia di alcuni medici, amici, colleghi, pazienti e familiari interessati e trovo che ci sia una grande discrepanza perché non esiste un protocollo di trattamento universale o generalizzato da utilizzare con certezza, una volta che la persona è stata infettata.
C'è anche una grande confusione tra le misure di trattamento che esistono e sono state diffuse, soprattutto quelle che non sono state approvate; non solo dall'Organizzazione mondiale della sanità come organo di governo della sanità pubblica delle Nazioni Unite, ma anche dalle organizzazioni e dai detentori della sanità pubblica in alcuni paesi.
Tutti possono accettare che ci sono molti casi che si risolveranno con il vaccino, ma non ce ne sono, tranne forse quello di Oxford che è già stato approvato in Inghilterra, Giappone e Corea.
Se in questo momento devi venire in ospedale come paziente. Cosa somministreranno, prescriveranno, medicheranno o suggeriranno?
I farmaci approvati, che in genere hanno risposto adeguatamente come l'antibiotico antinfiammatorio, corticosteroide (Desametasone) (Azitromicina), in alcuni casi, gli antitrombotici, l'idrossideclorochina, Gasdem (medicinale a base di semi di agrumi prodotto dalla nanotecnologia) più: Zinco; e, naturalmente, il fattore di trasferimento e il biossido di cloro.
I retrovirali o gli antivirali sono inaccessibili a causa del costo e non sono disponibili in tutte le unità mediche ospedaliere e il loro uso dovrebbe essere limitato, come nel caso della SARS e dell'influenza.
Cosa succede con tutte le informazioni mondiali che leggiamo, sulle sostanze che sono state utilizzate, come in India che è stato utilizzato il medicinale omeopatico, utilizzando Arsenicum Album, Bryonia alba, raggiungendo un tasso di mortalità nei primi mesi della pandemia basso, utilizzando 3 chochitos come preventivo, che vengono utilizzati ogni quindici giorni come preventivo e quotidianamente in aggiunta alla terapia allopatica e costano meno di $ 200 per i due flaconi.
Cosa hai fatto con la ricerca e un libro pubblicato sul biossido di cloro? Ho ricevuto innumerevoli informazioni, come nessun'altra medicina sulla faccia della terra in tutta la mia vita.
C'è una grande quantità di informazioni che lo vedono come positivo, non solo come preventivo o curativo, ma come medicinale di eccezionale sicurezza, poiché da molti anni viene utilizzato per sanificare il latte confezionato o messo in confezioni tetra pack, l'acqua dei depuratori e persino il sangue delle confezioni vascolari, che vengono utilizzate negli ospedali, per somministrare una trasfusione di sangue.
Se si tratta di una sostanza che è stata utilizzata in un piano per disinfettare e prevenire la contaminazione del sangue umano per le trasfusioni, perché le autorità si sono opposte sistematicamente al suo utilizzo? Non è forse per il basso costo, facile da preparare, facile da ingerire, facile da consumare come misura preventiva e quindi utile quando la malattia è già presente in una qualsiasi delle sue fasi?
Mi pongo questa domanda ogni giorno. E voglio fare lo stesso in modo specifico per un illustre pediatra yucateco che, oltre alle sue capacità di medico, è stato caratterizzato dalla sua profonda fedeltà ad Andrés Manuel López Obrador e da ciò che lo ha reso degno di essere attualmente il direttore del COFEPRIS, un'organizzazione dello Stato che consente attraverso l'esame coscienzioso delle caratteristiche di alcuni farmaci e la loro distribuzione permette loro di essere autorizzati, per la libera vendita al pubblico e di diffondere e diffondere tutte le corrispondenti informazioni sui benefici o effetti collaterali di tali farmaci che ancora non conosciamo bene. Questo è il caso del biossido di cloro.
Il dottor José Alonso Novelo Baeza, con tutto il rispetto, per la sua saggezza, capacità di pediatra, la stima e l'affetto che ha nello Yucatán. Qual è stato il ruolo di COFEPRIS oggi? probabilmente in un contatto diretto, collegamento o dipendenza del Sottosegretario alla Salute e dei sottosegretari di sezione e per qualche motivo che non conosco e voglio che si esprima pubblicamente: il 22 luglio è uscito un comunicato del COFEPRIS, diffondendo proprio il contrario di quanto Sto chiedendo, vietando letteralmente l'uso o il consumo di detta sostanza.
Ed è tuo diritto farlo, ma anche verificare che tanti motivi, la ricerca clinica, medica e farmacologica, biochimica, biologica, hanno avuto, per evitarne l'uso, che è già consentito in altri paesi latinoamericani facendo anche in altri paesi Latinoamericani e altre latitudini che hanno molte meno risorse delle nostre.
Colpisce, perché nella ricerca di sanità, medici e istituzioni non bisogna indagare sui farmaci più sofisticati e altrettanto costosi, e non in moneta nazionale, se non in dollari.
Per questo motivo, presento la mia domanda, Dott. Novelo, Sig. Segretario alla Salute, con grande rispetto per l'Assistente Segretario che ci ha così tanto illustrato sulle caratteristiche epidemiologiche della pandemia.
Ma quello che vogliamo sapere, milioni di messicani, cosa faccio se vengo infettato? Ho già provato a seguire tutto quello che dicevano si poteva fare per prevenirlo: la sana distanza, il confinamento, la quarantena, il copri bocca, il lavaggio delle mani, il gel, la maschera, e non so perché alcuni, migliaia di Infettano e talvolta muoiono.
Come sapete, per legge abbiamo il diritto costituzionale alla salute e di esigere che ci venga fornito un medicinale che riteniamo possa esserci utile.
Se qualcuno vuole farlo, per esempio; se hai la disbiosi, applica una trasfusione di feci, con quella un clistere, hai tutto il diritto di richiederla e farlo; poiché sono indagini e pratiche che sono state condotte in altri paesi. Se vuoi iniettare o bere urina, come probabile “cura” per il cancro, puoi farlo se lo decidi, poiché è un tuo diritto, come quello di ogni individuo o di ogni cittadino, raggiungere la salute.
Il COFEPRIS mi vieta la possibilità di utilizzare il biossido di cloro, sì, ho visto numerosi pazienti, amici, parenti, conoscenti che ancora oggi svolgono le loro attività quotidiane, ingerendo questo semplice preparato; e di tanto utilizzo, visto che è conosciuto e applicato da circa 50 anni, ed è noto il suo beneficio per la salute, dimostrato nelle trasfusioni di sangue, nel latte confezionato e in molte occasioni (se preparato correttamente), nel acqua che vendono come acqua potabile.
Meritiamo una spiegazione, e ci viene indicata scientificamente, correttamente; economicamente sostenibile, quali sono i farmaci da utilizzare in caso di prima fase di contagio in Covid, nei bambini, nei giovani, negli adulti e negli anziani; Quali sono i farmaci essenziali da utilizzare in ambito ospedaliero di primo livello, nel passaggio al secondo e terzo grado di ricovero e / o all'arrivo a servizi di terapia intensiva, dove è necessario già al terzo livello applicare anche il procedura di intubazione critica. Perché? Perché ciò che sta uccidendo molti; Sig. Segretario, Sottosegretario, Direttore di COFEPRIS; è lo stress che causa incertezza, confusione, ignoranza e disinformazione ...
Lo stress è paura, è una brutale usura dovuta all'eccesso di cortisolo, adrenalina e norepinefrina nel sangue e talvolta dall'ormone (ACTH) che fa diminuire in modo significativo le nostre difese naturali, il nostro equipaggiamento immunitario.
Siamo quindi indifesi e davanti ai proclami ufficiali che decretano senza che il pubblico sappia come e perché il divieto di una sostanza che è utile a milioni di persone; e ci sono molti di noi che vogliono sapere cosa sta succedendo, sapere cosa fare. Che non possono effettuare l'elaborazione di un elenco dei medicinali che abbiamo in quello che può essere l'armadietto dei medicinali di famiglia e dei medicinali che abbiamo nell'ufficio ...
Abbiamo i 125 milioni di cittadini giusti per sapere cosa fare se veniamo contagiati, perché ci hanno già detto cosa fare per prevenirlo, va bene e continuiamo ad ascoltarli quotidianamente.
Ma la domanda è molto specifica. Cosa sta facendo COFEPRIS, il Segretario alla Salute e il sottosegretario della filiale? per dirci: se hanno la febbre alta, il naso chiuso, che se non percepiscono odori, tosse, pressione al petto, dispnea, questi sono sintomi gravi; Li hanno già, ora che ce li hanno, quanto costa e dove andranno tutti quelli che, come me, non hanno alcun servizio sanitario per l'assicurazione delle spese mediche o di altro tipo, ufficiale o meno, ad andare all'acquisto immediato di questo trattamento, quando possiamo farlo a poco a poco e tenerlo nell'armadietto dei medicinali di famiglia.
Dottor Novelo, come suo collega, forse un po 'più grande di lei, sono uno di questi vecchietti che continuano a lavorare, ma comunque con quello che mi resta dei neuroni funzionali, ve lo chiedo con tutto il rispetto.
Perché? COFEPRIS vieta il biossido di cloro, l'uso di medicinali omeopatici Perché Cofepris vieta l'uso dell'MMS? Perché l'uso di sostanze che possono essere utili non è diffuso? Come quelli elaborati nella mia alma mater, l'Istituto Politecnico Nazionale, come, ad esempio, El Transferón e le indagini pubblicate correttamente sugli Oligonucleotidi anti-senso che la Scuola Superiore di Medicina del Dr. Santiago Villafaña sta indagando.
Questo è quello che vorrei, mi risponderebbero con tutto il rispetto, e con ancora più rispetto, più urgenza e più bisogno sociale al mio signor presidente Andrés Manuel López Obrador.